Le Dolomiti UNESCO

Patrimonio dell’umanità UNESCO

«Sono pietre o sono nuvole? Sono vere oppure è un sogno?» Rispondeva Dino Buzzati, illustre scrittore Bellunese, alla domanda: Che cosa sono le Dolomiti?

Le Dolomiti sono la rappresentazione di quanto la natura possa essere immensa e perfetta. Nel 2009 sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e da quel giorno tutto il mondo ne riconosce l’indiscutibile bellezza.

Due sono i criteri universali che hanno permesso che le Dolomiti  diventassero Patrimonio dell’Umanità:

– fenomeni naturali superlativi o aree di eccezionale bellezza naturale ed importanza estetica (criterio VII), data dalla varietà di pinnacoli, guglie e torri, che contrastano con superfici orizzontali, come cenge, balze e altipiani;

– esempi eccezionali di rappresentazione delle più importanti fasi della storia della Terra, comprese le testimonianze della vita, i processi geologici in corso durante lo sviluppo delle morfologie (criterio VIII). Il territorio dolomitico è una gigantesca riserva di valori geomorfologici e geologici che custodiscono importanti testimonianze di vita.

Le Dolomiti sono considerate tra i paesaggi montani più belli al mondo: estetica sublime, valore storico sconfinato e infinite possibilità d’impiego del territorio. Questa è l’anima delle Dolomiti.
I diversi sistemi dolomitici, ben nove che interessano cinque province differenti (Belluno, Bolzano, Pordenone, Trento, Udine) per un’area di circa 142.00 ettari, costituiscono un bene seriale poiché si configurano come un insieme unitario di eccezionalità geologiche e di peculiarità paesaggistiche.

I nove siti che compongono questo straordinario “arcipelago fossile” sono:

  • Pelmo, Croda da Lago
  • Marmolada
  • Pale S. Martino, S. Lucano, Dolomiti Bellunesi, Vette Feltrine
  • Dolomiti Friulane e d’Oltre Piave
  • Dolomiti Settentrionali
  • Puez-Odle
  • Scillar-Catinaccio, Latemar
  • Bletterbach
  • Dolomiti di Brenta

Original Dolomites è inserito tra due delle più spettacolari aree delle Dolomiti: il gruppo della “Regina delle Dolomiti”, la Marmolada, che comprende la cima più alta di tutte le Dolomiti UNESCO, Punta Penìa (m.3.343); e il sistema Pale di San Martino, Pale di San Lucano, Dolomiti Bellunesi e Vette Feltrine, nel quale sono presenti alcuni musei e spazi espositivi che raccontano il territorio dal punto di vista ambientale e storico.

Ogni anno milioni di appassionati di sport e montagna raggiungono le vette dolomitiche per cimentarsi in ice climbing, free climbing, hockey su ghiaccio e ciaspolate, oppure le altrettanto emozionanti passeggiate immersi nella natura e le escursioni in bicicletta.

Una vacanza sulle Dolomiti equivale a a vivere un sogno ad occhi aperti.