EcoMuseo della Grande Guerra

Ai piedi della Regina delle Dolomiti UNESCO: la Marmolada, un percorso che durante la Grande Guerra era utilizzato con automezzi militari e artiglierie. Dal paese di Sottoguda (m.1258) si attraversano i Serrai, affascinante canyon da ammirare prima di proseguire verso il campeggio di Malga Ciapela; da qui si raggiunge Malga Ombretta (m.1924) e poi il Rifugio Falier (m.2074).

A Malga Ciapela numerose baracche erano adibite ad alloggi, servizi, magazzini e l’albergo Malga Ciapela funzionava come ospedale. Durante la guerra il rifugio, allora chiamato Ombretta, era occupato dai soldati italiani della 206^ compagnia della Bgt. Val Codevole e venne distrutto dai cannoni Austriaci. Una volta ricostruito venne dedicato al Conte Onorio Falie, che ne finanziò i lavori per il recupero.